Pulizia del viso: come eliminare punti neri e impurità

Inserito in Bellezza, Estetica | Scritto domenica, 30 ottobre 2011 | Autore Simona Garbagnati | 2 Commenti

Consigli utili su come pulire la pelle del viso

Pulizia del viso  

Pulizia del Viso, cura e bellezza della donna

 Avere una pelle “pulita”, ossia priva di impurità, significa già avere una pelle bella!

Mantenere una pelle pulita non è così facile come si possa pensare ad un primo momento.
Non bastano acqua e sapone. La cura della pelle richiede pratiche quotidiane di routine, l’intervento di validi cosmetici idonei a seconda del nostro tipo di pelle e dell’azione mirata programmata, il trattamento estetico, eseguito da mani esperte.
Eliminare cellule morte, presenti naturalmente sulla nostra pelle e responsabili del colore opaco al viso ma anche punti neri, i così detti comedoni, è obiettivo di una cura metodica e quotidiana.
Le cellule morte sono residui di strato corneo, lo strato più esterno della pelle, che si seccano, dando il via alla desquamazione fino al distacco delle lamelle cornee.
La pulizia del viso è facilitata da alcune condizioni che rendono ottimali la rimozione delle impurità: l’umidità che dilata i pori, il riscaldamento della cute, aumentando la temperatura si facilita la fuoriuscita dei comedoni, la vasodilatazione che va a stimolare l’ossigenazione delle cellule.
Questi 3 principi vengono convogliati nell’utilizzo del vapore con ossigeno nascente, usato dai professionisti (estetiste) come base prima del trattamento, alla scopo di favorire una pulizia ottimale.
A seconda del tipo di pelle, dell’età, del fototipo e altre variabili, va individuato un programma di pulizia del viso da seguire con cosmetici idonei o con trattamenti casalinghi o dall’estetista.
La pulizia del viso sta alla base di qualsiasi trattamento estetico che si voglia eseguire (trattamento anti-aging,idratante, sebo-equilibrante, nutriente ecc…). Una buona pulizia permette di eseguire il trattamento con ottimi risultati, i cosmetici penetrano facilmente nell’epidermide, è favorito l’assorbimento e dunque i risultati sono ottimali.

Pulizia della pelle a casa:

L’utilizzo di un detergente nel rispetto del nostro tipo di pelle è il primo step.
Ce ne sono in diversi formati:
  • sapone (di solito un po aggressivo, non indicato per pelli delicate),
  • gel (usato tipo sapone liquido),
  • latte (quest’ultimo più diffuso, se ne versa una piccola quantità su un batuffolo di cotone e si procede alla pulizia del viso, tramite passaggi delicati rotatori).
Il tonico analcolico completa l’operazione di rimozione delle impurità, ce ne sono di molti tipi, quelli con effetto astringente dei pori sono da considerare, per ottenere un effetto pelle omogenea e levigata.
E’ importantissimo rimuovere il maquillage tutte le sere che, insieme alle polveri, inquinamento ecc…favorisce la sedimentazione di impurità.
Una tantum, che può essere una-due volte alla settimana, possiamo applicare delle maschere disponibili in commercio per una pulizia più approfondita.
Ottima è la maschera all’argilla, di facile applicazione, richiede una posa di qualche minuto e la rimozione successiva tramite risciacqui. Esistono anche valide maschere scrub un po’ per tutti i tipi di pelle.
A questo punto non dobbiamo dimenticarci di idratare la pelle, azione tanto banale ma spesso dimenticata.
L’idratazione è fondamentale per avere una bella pelle; è il nutriente che fa la differenza.
Dopo l’idratazione è possibile applicare un prodotto idoneo alla nostra pelle: siero di vitamina, creme per pelli impure e seborroiche, emollienti, decongestionanti, anti-rughe ecc….

Pulizia della pelle presso un centro estetico:

Dopo la detersione della pelle tramite detergente e l’applicazione di un tonico idoneo, avviene il trattamento peeling (o gommage) per sbloccare l’ostio follicolare, intasato dalle impurità che si formano a causa del sebo e delle lamelle cornee in superficie (le cellule morte).
Il vapore caldo ozonizzato consente di preparare la pelle all’estrazione dei comedoni, che avverrà a mano.
La pelle avrà bisogno di una crema con un effetto idoneo per il tipo, dopo l’aggressione del trattamento: idratante, nutriente, sebo-equilibrante, lenitiva ecc…
A questo punto avviene il massaggio manuale coadiuvato dalla stesura di una crema nutriente.
Le estetiste più brave eseguono un massaggio drenante linfatico (linfodrenaggio viso) a mano, alcune utilizzano i macchinari, ma se eseguito correttamente e da mani esperte è da preferire il massaggio manuale.
Si applica una maschera a seconda delle esigenze della pelle, vengono successivamente rimossi i residui, applicato un tonico ed un siero idratante.
Ovviamente ciascun estetista personalizza il trattamento, le nostre sono indicazioni di base.


comment closed