Quando Lui E’ un Mammone: 5 Strategie

Inserito in Coppia, In evidenza | Scritto martedì, 26 gennaio 2016 | Autore Giuseppe Gagliano | Commenta per primo

Ecco cosa fare quando lui è un mammone.

Quand’è che un uomo può essere definito un mammone? Sicuramente quando avrà superato l’età dell’autonomia ma questa non è realmente avvenuta perché dipende ancora dalle cure di mamma. Il fatto che “esca di casa” può voler dire continuare a dipendere dalla compagna oppure essere un single a tempo parziale, cioè che la mamma continua a preparargli cose da tenere nel congelatore e lui porta a casa il bucato per riportarlo pulito e stirato.

Quando il tuo lui è un mammone.

lui è un mammone cosa fare

Se essere autonomo coincidesse col momento in cui un uomo esce fisicamente da casa sarebbe quasi fisiologico e coerente con la presa di coscienza di cavarsela da solo. A volte succede, però che alla figura materna si sostituisca quella della partner e il rapporto di coppia si trasformi in continuazione letargica di dipendenza.

Il guaio grosso non è vedere un mammone circolare per casa ma quando questo lascia la casa della mamma e, rimanendo mammone, diventa il tuo compagno.

Cosa fai se il tuo lui è un mammone?

Arrabbiarsi non serve a nulla perché non diminuisce l’amore che hai per lui ma aumenta la rabbia e smorza la stima. Allora rimboccati le maniche e armati di pazienza, con la consapevolezza che nessun mammone lo è per sempre. Solitamente se aspetti che la sua mamma tolga il disturbo, in un modo o nell’altro, sappi che non è lei ad essere invadente fisicamente ma l’immagine che il figlio si è fatto di lei.

Nella peggiore delle ipotesi, quando la mamma non ci sarà più, il tuo compagno mammone sostituirà la figura materna con la tua e il vostro rapporto di coppia seguirà la mamma nella tomba. Quindi comincia da subito ad aiutarlo a tagliare il cordone ombelicale, in modo che cresca.

lui è un mammone  cosa fare

Cinque cosa da fare quando lui è mammone.

Quali sono le cinque cose che devi sapere e che devi riorganizzare nella mente di un mammone?

1Non permettere, fin da subito, che ti paragoni alla sua mamma, nel bene e nel male. Potrebbe dirti, infatti, che gli ricordi la mamma per lo stile, per le scelte, per gli atteggiamenti o, ancor peggio, che la sua mamma avrebbe fatto ogni cosa che fai tu in modo diverso e certamente meglio, come la famosa lasagna della sua mamma che è sempre più buona. Questo tipo di uomo è uscito dalla casa dei genitori coi piedi ma la testa è ancora là e tu sei solo una suppellettile utile al suo sollazzo.

Punta i piedi e, con dolcezza, conquistalo nei campi dove la mamma non può competere, in modo che, pian pianino, abbandoni la casa natia definitivamente.

2 – Il rispetto per la suocera deve essere identico a quello per la propria mamma però ognuna di esse deve rimanere a casa propria, sia fisicamente che virtualmente. Il mammone tende a tenere la figura della propria mamma sempre a portata di mano e, ad un certo punto, ti sembra di vivere una situazione triangolare dove i consigli della mamma mettono in discussione le tue decisioni.

Tronca da subito questa situazione, facendo capire al tuo uomo che sei capace di guidare la tua casa come un capitano di vascello, in modo autonomo, e, se ha delle incertezze, puoi essere tu, per lui, un ottimo riferimento: il migliore.

3 – Ogni donna sa che un uomo può essere preso per la “gola” e la tavola può essere considerato un eccezionale preliminare, soprattutto se a lume di candela. Chiaramente, quando lui è un mammone, potrebbe fraintendere e scambiare la cenetta per un normale pasto, potrebbe tendere a disquisire su questo o quell’ingrediente che la mamma, “naturalmente”, userebbe per dare al sapore quel non so che di … diverso.

Non essere brutale, per non rovinare la serata, ma fai capire che il “dopocena” la sua mamma non potrebbe mai “cucinarlo” come te.

lui è un mammone  cosa fare

4 – Amare è soprattutto “dare” ma alcuni bamboccioni sono abituati, dalla propria mamma, ad avere la colazione a letto e concentrano i loro rapporti nell’”ottenere” più che nel “dare”. Potresti ritrovarti a casa un uomo con delle aspettative che ti troverebbero al suo servizio, non solo lavando e stirando per lui ma anche a dover competere con le pieghe delle camicie non esattamente come si aspetta: la mamma è perfetta in questo. Lei lo aveva abituato bene e lui non è disposto ad una nuova abitudine. Forse vorrebbe cambiare la sua condizione ma senza abbandonare la precedente.

Corri ai ripari convincendolo per tempo che nella nuova vita ci sei tu ed essendo tutto nuovo potrebbe essere più piacevole. Fagli gustare la sua autonomia insieme a te.

lui è un mammone

5Ed ecco, per finire, il peggiore lato dei mammoni: quello che non deluderebbe mai la propria mamma. Tutte le sue scelte e azioni sono state sempre subordinate ai desideri della mamma e a scuola era il primo della classe; gli amici erano passati rigorosamente in rassegna dalla mamma per essere ammessi alla corte del figlio e anche tu potresti aver dovuto superare un esame preliminare. Attenzione perché un vecchio adagio recita che gli esami non finiscono mai per cui sarai sempre sotto inchiesta.

Ti conviene mettere i puntini sulle “i” da subito, facendogli capire che devi piacere a lui per come sei e che non deve aspettarsi degli adeguamenti in base ai gusti della mamma.

Dopo questa piccola rassegna di esempi di mammone ricordati che, oltre ad essere tollerante e paziente, non devi fare mai l’errore di vendicarti della suocera, né di apostrofare troppo quelle cose che non vanno bene perché ricalcano ciò che gli ha insegnato la sua mamma. In fin dei conti ti è piaciuto com’è proprio perché così lo ha cresciuto la sua mamma. Devi soltanto sostituire alcune sue convinzioni con qualcosa che non siano solo le tue ma le convinzioni che costruirete insieme.


comment closed