Lega del Filo d’Oro Presenta Adotta un Mondo di Si

Inserito in Mondo Donna | Scritto domenica, 29 novembre 2015 | Autore Maria Corbisiero | Commenta per primo

Adotta un mondo di si, la nuova campagna dell’Associazione ONLUS la Lega del Filo d’Oro.

Esistono situazioni familiari a noi sconosciute, situazioni in cui la speranza lascia spesso il posto alla disperazione, alla tristezza, allo sconforto.

In Italia sono diverse le persone che necessitano di un’assistenza costante, di programmi specifici e speciali che consentano loro di sviluppare al meglio le proprie capacità e potenzialità per poter poi trovare il loro posto nel mondo.

Un’assistenza che ha comunque un costo che non tutte le famiglie possono sostenere.

Lega del Filo d’Oro presenta “Adotta un Mondo di Si”.

 

Lega del Filo d’Oro Presenta Adotta un Mondo di Si

La Lega del Filo d’Oro è un’associazione ONLUS (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) che dal 1964 si occupa dell’assistenza, dell’educazione, della riabilitazione e del reinserimento nella società di bambini ed adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.

Ma, come detto in precedenza, i programmi speciali adottati e seguiti dalla Lega del Filo d’Oro, utili allo sviluppo delle potenzialità delle persone sordocieche e pluriminorati psicosensoriali, hanno un costo, una spesa che chiunque di noi può contribuire a sostenere.

Ecco perché è nata la campagna “Adotta un mondo di si”, un’iniziativa della Lega del Filo d’Oro che consente di effettuare delle donazioni scegliendo l’importo e la frequenza con i quali donare.

Spesso la parola donazione è legata ad un solido scetticismo, una diffidenza che la Lega del Filo d’Oro ha voluto “sciogliere” attraverso due testimonial d’eccezione: il piccolo Agostino e la sua dolce mamma.

Agostino è un bambino affetto dalla sindrome di Charge, una malattia rara che comprende diverse patologie: problemi all’udito e alla vista, malformazioni cardiache, e i relativi problemi respiratori, e un ritardo sia cognitivo che della crescita.

lega del filo d'oro storia di agostino

Samuela, mamma di Agostino, ha reso nota la storia di suo figlio, nonché l’aiuto e il sostegno ricevuto dalla Lega del Filo d’Oro, attraverso una lettera pubblicata sul sito dell’associazione ONLUS.

<<Caro Agostino, bambino mio, anche se sei ancora piccolo, mi hai già insegnato tante cose. La più importante di tutte è che non esistono i “no”. Che c’è sempre un “sì”, una possibilità, una speranza in ogni situazione>>.

Inizia così la lettera di Samuela e i “si” di cui parla rappresentano le tante possibilità di crescita che la Lega del Filo d’Oro ha dato a suo figlio Agostino grazie soprattutto alle donazioni regolari di coloro che hanno voluto, e vogliono ancora oggi, contribuire alla rinascita di queste persone.

<<Non avevi mai giocato e oggi ti diverti a far scorrere tra le mani i fagioli e a giocare con la palla. Adesso, come tutti i bambini della tua età, stai andando alla scuola materna. È un nuovo mondo da scoprire e, anche questa volta, insieme ce la faremo>>.

Costretto in un letto d’ospedale per i primi 8 mesi della sua vita, Agostino oggi, dopo aver incontrato la Lega del Filo d’Oro, che opera grazie alle nostre donazioni, è finalmente rinato e con lui la sua famiglia.

Seguendo la campagna “Adotta un mondo di si” sarà possibile dare una seconda occasione di vita a molti altri bambini ed adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.

Per ricevere ulteriori informazioni sul sistema di donazione regolare della Lega del Filo d’Oro basta registrarsi al form sul sito della Lega del Filo d’Oro.

Un piccolo gesto per noi, un grande risultato per queste famiglie!


comment closed