Consigli per Indossare e Conservare i Reggiseni

Inserito in In evidenza, Moda | Scritto lunedì, 09 novembre 2015 | Autore Alessandra Albanese | Commenta per primo

Indossare e Conservare i Reggiseni.Qualche consiglio utile e soprattutto pratico per riporre e portare questa lingerie amata e odiata da tutte le donne al mondo

Il reggiseno è il capo d’abbigliamento intimo femminile che scatena sentimenti contrastanti tra le donne.

Amato e odiato, necessario ma scomodo e sconfortante, il reggiseno meriterebbe un’ode, come quelle che i poeti struggenti dedicano alle donne ambite ma bisbetiche.

Perché tutte noi almeno una volta nella vita avremo desiderato un seno che non avesse bisogno di essere retto, salvo poi fare un salto da Victoria’s Secret (a proposito, ma alla fine a Milano si trovano le collezioni Pink o Body o ancora dobbiamo accontentarci solo di profumi e accessori?) e desiderare una carta di credito di platino per fare scorta di reggiseni di ogni foggia e modello!

 

Per questo sentimento ambivalente che prende le donne alle prese con i reggiseni, noi oggi vogliamo darvi qualche suggerimento per “vivere al meglio” questo accessorio intimo.

 

Consigli e suggerimenti per indossare e conservare i reggiseni

indossare e conservare i reggiseni ev

  • Come riporli

Non infilateli nel cassetto degli slip a vanvera, non godreste la scelta!

Piuttosto riservate un appendino, una gruccia per impilarli in maniera ordinata uno dietro ad un altro e averli a portata di mano e soprattutto di occhio immediatamente.

indossare e conservare i reggiseni

  • Come tenerci i soldi

Proprio come fanno nei film le ragazze dei saloon, avete capito no? Quando avete bisogno di una tasca segreta, o quando avete la mini-pochette nella quale non vi entra altro che la cipria per il naso, potete cucire in mezzo al reggiseno una piccola tasca per tenerci il denaro, o anche il cellulare, così da averlo pronto ma non avere le mani impegnate.

Non è una impresa difficile, potete realizzarla con un sacchettino dei confetti cucito proprio tra le due coppe, o se siete più brave farci proprio una mini-tasca con tanto di bottone.

  • Per i vestiti scollati

Se volete indossare un vestito scollato, senza spalline, ma come si diceva sopra non volete stare senza reggiseno, potete cucire le coppe di quest’ultimo (magari un push up che non usate più o un nuovo modello magari low cost) direttamente al vestito, così da non doverlo indossare, e non avere il problema delle spalline che si vedono.

  • Per i vestiti scollati 2

indossare e conservare i reggiseni

Se il problema scollatura è sul davanti, potete optare per una sorta di “paratia”, magari ricavata da una vecchia camicetta o sottoveste della nonna con il bordo in pizzo.

Ritagliate una porzione di tessuto a triangolo (la base dovrà avere il pizzo) e cucitela tra le coppe o posizionatela con delle applique, così da formare un secondo scollo sotto la V della maglia (foto in alto).

  • Per i vestiti scollati 3

indossare e conservare i reggiseni

Ancora un’altra versione del reggiseno per vestiti che non prevedono spalline e coppe in mostra.

Se volete indossare un abito che lasci le spalle scoperte e non volete rinunciare alla comodità del seno ben sorretto, utilizzate un reggiseno al quale si possono staccare le spalline e unite le due, lasciando attaccata una sola estremità.

Con questa lunga spallina cingete il seno alla base, in modo che il reggiseno non scenda oltre: questo trucchetto renderà stabile ma invisibile la vostra lingerie.

  • In Lavatrice

I reggiseni non dovrebbero conoscere centrifuga, in quanto indumenti delicati e facili da rovinare.

Per questo è in commercio una sorta di sacca portabiancheria nella quale riporre i reggiseni per il lavaggio, consentendo a questi di mantenersi in buone condizioni per più lavaggi.

  • Spalline fastidiose

Spesso le spalline dei reggiseni, oltre ad essere antiestetiche e troppo evidenti, soprattutto in estate, sono anche fastidiose per le spalle.

Un trucco per evitare fastidi dovuto proprio alla spallina, o a volte anche a causa del peso del seno, un consiglio è quello di mettere sotto di esse un cerotto, di quelli in silicone che si usano nelle calzature contro le vesciche, così da proteggere la pelle e eliminare il contatto con la striscia.

  • I ferretti

Che dire poi dei ferretti che segano letteralmente la carne (soprattutto di chi ne ha un po’ di più)?

Per ovviare al fastidio dei ferretti si può ricorrere ad un trucco semplice ed economico.

Tagliate delle strisce di salvaslip, che è leggermente “imbottito” e ha una parte adesiva, e posizionate la striscia tra il reggiseno e la pelle dolorante. Avrete risolto anche questo fastidio con un rimedio casalingo!

  • Ancora spalline in vista

indossare e conservare i reggiseni

Infine ecco un altro trucco per rendere invisibili le spalline quando si indossano abiti o maglie che scoprono le spalle.

In commercio esistono questi piccoli oggetti che avvicinano le spalline dietro la schiena (i maggiori brand di intimo li hanno senz’altro, io li ho visti spesso in mostra alle casse).

In mancanza di questi potete comunque risolvere in casa.

Prendete dal cassetto della scrivania una clip per raccogliere i fogli di carta, di quelle in metallo, di varie dimensioni (attache, fermagli o graffette, come le chiamate) e unite le due spalline con la clip dietro la schiena come nella foto qui in alto.

Se volete indossare una canotta scollata vedrete che le spalline resteranno ben nascoste dietro la schiena, ma il vostro lato A sarà impeccabile!


comment closed