Le Ragazze “Salate”: in Bikini contro la Fibrosi Cistica

Inserito in In evidenza, Salute e Psicologia | Scritto lunedì, 19 ottobre 2015 | Autore Alessandra Albanese | Commenta per primo

77 ragazze affette da fibrosi cistica si "mettono a nudo" e mostrano le loro cicatrici. Un messaggio di forza e di sensibilizzazione.

Il fotografo di moda e direttore artistic Ian Pettigrew stava lavorando ad un progetto fotografico dal titolo “Just Breathe: Cystic Fibrosis”, una campagna di sensibilizzazione voluta dalla Cystic Fibrosis news Today,  un’associazione di malati americana, quando si è reso conto che la maggioranza dei suoi modelli erano donne, “belle donne”, aggiunge in un intervista all’Huffington Post.

In effetti, come poi qualcuno gli fece notare, era proprio un nutrito gruppo di belle ragazze, così l’uomo, un professionista canadese (Ontario) di 46 anni, a sua volta malato di fibrosi cistica, ha voluto dare vita ad un altro progetto, dal titolo Salty Girls.

Le Ragazze Salate: in Bikini contro la Fibrosi Cistica

 

salty Girls in bikini contro la fibrosi cistica

Ne è venuto fuori un “book fotografico” da cover di Vogue, dove tutte le modelle mostravano fiere le loro cicatrici dovute agli interventi operatori che avevano subito a causa della malattia che le affliggeva.

salty Girls in bikini contro la fibrosi cistica

La fibrosi cistica (FC in breve, o  mucoviscidosi o malattia fibrocistica del pancreas) è una malattia genetica causata dalla mutazione di un gene appunto, nella quale, a causa di un gene difettoso, gli organi secernono muco molto denso che nel tempo porta all’ostruzione dei dotti, con conseguenti infezioni dei polmoni, del pancreas, del fegato a altri ancora.

Le conseguenze della FC sono purtroppo gravi, e sebbene si siano fatti passi da gigante nel trattamento dei sintomi, i soggetti affetti hanno un’aspettativa di vita che non supera i 50 anni (pensate però che fino al 1959 l’ età media di sopravvivenza era di 6 mesi).

salty Girls in bikini contro la fibrosi cistica

Uno dei sintomi distintivi della FC, oltre alle infezioni degli organi interni, è la pelle salata, ed ecco perché Pettigrew ha voluto così intitolare il suo progetto fotografico: Ragazze salate, Salty Girls.

“So cossa passano queste donne ogni giorno, è sempre una lotta vivere con la Fibrosi cistica – scrive il fotografo sul suo sito – molti non la conoscono, è una malattia invisibile ma mortale”.

Il libro vuole mostrare invece la bellezza di queste combattenti, quanto possono essere eroi tutti coloro che ogni giorno affrontano le loro ferite, evidenti e invisibili, con un animo forte e tenace.

Le modelle che ha ritratto il fotografo hanno posato mostrando le loro cicatrici, e anche i tubi che le tengono in vita, come a volere esorcizzare la paura.

salty Girls in bikini contro la fibrosi cistica

“Purtroppo però ancora vergognarsi del proprio corpo ferito è un sentimento molto diffuso e i malati di FC non ne sono immuni. Anche i bambini possono essere cattivi contro di essi. L’obiettivo del nostro progetto è proprio questo: dare fiducia alle donne, fare sì che non si sentano giudicate, che non si vergognino della loro malattia. Queste donne sono le mie ambasciatrici – dice ancora Pettigrew, forse cosciente del proprio destino – per le generazioni future”.

salty Girls in bikini contro la fibrosi cistica

Salty Girls molto probabilmente diventerà un libro fotografico, nella speranza che davvero queste donne possano essere le ambasciatrici di un messaggio non solo di speranza, ma di forza e di supporto a tutti i malati, e di consapevolezza per tutti gli altri.

 

Fonte: Huffington Post

 


comment closed