Trikini, il Tre Pezzi E’ alla Moda in Spiaggia

Inserito in In evidenza, Moda | Scritto lunedì, 22 giugno 2015 | Autore Alessandra Albanese | Commenta per primo

Trikini: il must dell'estate. Il costume che spopola sulle spiagge. Qui i consigli su come sceglierlo!

Precisa e puntuale come uno Shinkansen (i treni giapponesi che spaccano il secondo), all’arrivo dell’estate ecco la domanda che spunta come un fumetto sulle teste di tutte le donne da 0 a 99 anni: Quale costume indossare?

Il Trikini la scelta dell’estate

 

trikini  tendenza dell'estate

Inutile dire che anche in fatto di Beach Wear le alternative che possono rispondere a questo dubbio amletico sono infinite: bikini, intero, spalline, coppe, laccetti, volà, triangoli, brasiliani, insomma non c’è davvero che l’imbarazzo della scelta.

In più, quest’anno come quelli passati, un capo mare particolare ma che non può mancare nel guardaroba estivo di quest’anno è il trikini.

Cos’è il Trikini?

 

L’avrete senz’altro visto sui cartelloni che sponsorizzano firme di moda mare, un due pezzi che attraverso una fascia verticale unisce lo slip con il reggiseno, lasciando scoperte molti punti del corpo.

Una sorta di costume intero ritagliato qua e là per dare la sensazione di due pezzi.

Quando nasce il Trikini

 

Il trikini nasce in Francia nel 1967, ma il suo exploit avviene negli anni 70, indossato soprattutto da star nazionali italiane e straniere.
L’edizione di Miss Italia del 1969 lo vide essere protagonista indosso alle ragazze in gara, che abbandonarono il classico intero a favore di un costume che mostrasse più porzioni di corpo (per la cronaca quella edizione fu vinta da tale Anna Zamboni ndr).

il trikini di miss italia

I vari trikini

 

Anche qui, come per tutta la moda mare, ca va sans dire, di modelli di trikini quest’anno ce n’è un’ infinita diversità.

Classico, con al centro il tessuto che unisce i due pezzi, con taglio laterale, che copre il fianco e scopre la pancia, con catene, fibbie, accessori dorati, insomma non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Lo stile è pensato a 360 gradi, da quello tutto pizzi e merletti a quello più audace stile bondage.

Inoltre è “sponsorizzato” da moltissime star dai corpi mozzafiato, come Jessica Alba, Jennifer Lopez e Megan Fox.

Abbinare il Trikini

 

Anche il trikini, come tutti i costumi da bagno, può dare spunto alla personalizzazione dell’outfit arricchendolo con accessori come pareo, cappelli, occhiali per aperitivi a bordo piscina e serate sulla sabbia a piedi scalzi 8° con delle belle infradito gioiello).

trikini e modelli

Quando indossare il trikini

 

La condizione must per indossare il trikini è essere già abbronzate.

E’ chiaro che per la forma del costume è impensabile indossarlo durante i primi giorni di sole.

Ottimo piuttosto per i pomeriggi e le serate al mare, come si diceva prima perfetto per un cocktail pomeridiano o per una serata danzante in spiaggia.

Trikini si e Trikini no

 

trikini si e trikini no

  • Si al trikini dopo l’abbronzatura.
  • Sì soprattutto se avete una forma fisica filiforme o non troppo in carne.
  • Si al trikini ma rigorosamente provato prima dell’acquisto. Non compratelo se non sapete se vi sta bene.

 

  • No al trikini durante le prime esposizioni ai raggi solari.
  • No se i vostri fianchi sono troppo abbondanti, rischiereste un effetto non troppo glamour con quel pezzo di stoffa che separa le anche tornite.
  • No ai trikini eccessivi con borchie, catene e chiavistelli vari, rischiereste un effetto sadomaso esagerato.
  • No ai minitrikini, a meno che non abbiate 20 anni, siate a Ibiza o sulle passerelle di Victoria’s Secret, tutte le altre indossate modelli non troppo osè, che chic è sempre meglio di minimal, in campo di moda.


comment closed