I Tatuaggi sono Permanenti, Ecco Svelato il Perchè (Video)

Inserito in Costume, Curiosità | Scritto lunedì, 04 agosto 2014 | Autore Gioela Saga | 2 Commenti

Tu sapevi perchè i tatuaggi sono permanenti?

 I Tatuaggi sono Permanenti

Nel corso della storia i tatuaggi sono stati variamente interpretati da segni distintivi per persone poco raccomandabili ad accessori alla moda, ogni cultura ne ha dato un significato diverso, anche legato a religione o appartenenza sociale.

In ogni caso la pratica dei tatuaggi è antichissima quanto la storia del mondo, i primi ritrovamenti di resti umani che presentano tatuaggi risalgono ad una mummia ritrovata in Perù datata 6000 anni prima di Cristo.

Vi siete mai chiesti come fanno i tatuaggi a rimanere impressi sulla pelle per tutta la vita?

 

Normalmente le cellule della nostra pelle subiscono un ricambio continuo e si perdono da 30.000 a 40.000 cellule epiteliali all’ora, come fanno dunque le cellule su cui è impresso il tatuaggio a non sfaldarsi e a cancellare il tatuaggio in questo processo naturale?

La risposta sta principalmente nel fatto che viene iniettato dell’inchiostro negli strati profondi della pelle attraverso macchinari che sono cambiati nel corso dei secoli.

La prima macchina “moderna”, per fare un tatuaggio è stata inventata dopo la scoperta dell’elettricità, oggi i macchinari, attraverso dei sottili aghi imbevuti di inchiostro penetrano elettricamente nella pelle con dei movimenti che vanno da 50 a 3000 passaggi al minuto.

Gli aghi penetrano l’epidermide ed entrano nel derma. Quando l‘ago penetra causa una ferita che allerta il corpo che inizia un processo infiammatorio, le cellule del sistema immunitario vengono chiamate per riparare il danno.

E’ questo processo infiammatorio che rende il tatuaggio permanente.

 

Delle cellule specializzate chiamate macrofagi “mangiano” il materiale “alieno” che entra nel derma cercando di ripulire; alcune rientreranno nei nodi linfatici mentre altre rimarranno nel derma imbevute di inchiostro che risulterà visibile attraverso la pelle.

Altre cellule rimangono sospese nella matrice di gel del derma, altre ancora vengono inglobate da cellule chiamate fibroblasti. Insomma solo la parte esterna dell’epidermide che si rigenererà sarà priva di inchiostro ma la parte più profonda del derma, ne sarà piena.

Anche le cellule dello strato profondo sono destinate a morire e ad essere sostituite ma non prima di essere state inglobate da alte cellule e conservare così l’inchiostro.

Il tatuaggio tende a sbiadire con il tempo perché il processo di difesa del corpo tende a continuare anche negli strati profondi dove le cellule macrofaghe tendono ad eliminare le particelle di pigmento.

In ogni caso, visto che le cellule del derma sono relativamente stabili, il tatuaggio è destinato a rimanere pressoché invariato per il corso di un’intera vita.

Video:


comment closed