Il Selfie Che sta Facendo il Giro del Mondo: Ecco Dove si Trovava (Foto e Video)

Inserito in Costume, Curiosità, In evidenza | Scritto martedì, 29 luglio 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Un selfie davvero epico. Come ci sarà riuscito?

 

Lee Thompson selfie brasile

Inutile dire, che la mania del momento, da un annetto a questa parte, è quella del selfie.

Da Obama alla notte degli Oscar, da Papa Francesco a noi, “comuni mortali”, tutti in un modo o in un altro ci siamo lasciati tentare almeno una volta nella vita alla voglia di “autoscatto”, come si chiamava nella preistoria.

Ma l’ultimo in ordine cronologico, diventato virale appena pubblicato in rete, è quello in copertina, e riguarda Lee Thompson.

“Chi è Lee Thompson?” Diranno in tantissimi.

Nessuno di molto famoso, non è una star, né un nobile, né un primo ministro.

Lee Thompson è un travel blogger, che dopo questo suo selfie è diventato per così dire una celebrità.

Perché il suo selfie è davvero quanto più di unico si possa pensare.

 

Lee era in viaggio con il suo amico e collega Oliver Harvey a Rio de Janeiro il mese scorso per gustarsi qualche partita del campionato del mondo di calcio.

Poi chissà come, da bravo travel blogger, ha avuto questa pensata geniale.

Ricevute le autorizzazioni del caso, si è fatto una bella scarpinata di 25 minuti per salire i 12 piani di scale che lo avrebbero portato nientepopodimenoche in cima al Cristo Redentore, il simbolo per antonomasia del Brasile.

E da lì, guardando tutti gli altri turisti piccoli piccoli (e tante altre cose ancora, ignobili, che sono accadute in Brasile proprio a  causa di questi mondiali) si è scattato questo selfie davvero unico.

“Appena ho affacciato la testa fuori dalla corona del Gesù, ero in una tale soggezione, a vedere quel panorama, che ho letteralmente perso il fiato – scrive Thompson nel suo blog “The flashpack”Non ho mai sofferto negli spazi angusti o ad altezze incredibili, ma provare claustrofobia, agorafobia e vertigini insieme è stato davvero incredibile!”

Lee ha il primato di avere scattato un selfie da un luogo dove ancora nessuno aveva mai osato.

Complimenti per lo shot, anche se immagino (vista la sua nazionalità), sarà anche lui tornato a casa con un po’ di tristezza, dopo la sconfitta dell’Inghilterra!

 

 


comment closed