Fai Questo una Volta al Mese per 4 Giorni e la Tua Vita si Allungherà

Inserito in Alimentazione, Mondo Donna, Salute e Psicologia | Scritto venerdì, 13 giugno 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Vuoi vivere di più? Fai esattamente questo

Se è vero, in fatto di diete e corretta alimentazione, che mangiare poco e spesso ( nutrizionisti consigliano 5 pasti al giorno) è utile per il benessere del nostro organismo, il digiuno è anche meglio.

Non lo dicono i santoni indiani o gli “integralisti del bio”, bensì una ricerca scientifica condotta dall’occidentalissima  University of Southern California a Los Angeles

Il digiuno fa bene alla salute, previene l’invecchiamento e allunga la vita.

 

Queste le affermazioni del professor Valter Longo, che insegna biogerontologia e dirige l’Istituto sulla longevità dell’Università americana.

Valter Longo, 46 anni di origini calabresi, ha studiato all’Università del Texas, e adesso dirige questo prestigioso istituto in California.

Adesso inoltre tornerà in Italia a dirigere l’Istituto Firc di oncologia molecolare (Ifom) di Milano,  un laboratorio che studia effetti e logiche della senilità con al suo interno una dozzina di ricercatori: “sono un cervello senza frontiere in cerca di problemi da risolvere” sostiene lo scienziato.

La ricerca di Longo e del suo team californiano di esperti è stata recentemente pubblicata anche sulla rivista scientifica Cell Stem Cell.

«Periodi prolungati di digiuno, correttamente gestiti dagli specialisti, innescano cambiamenti nel sistema immunitario e una sua rigenerazione stimolando il rinnovamento delle cellule staminali» dice il professore, e c’è da crederci, visto che la sua è l’Università che già negli anni ’60 aveva fondato uno dei primi centri di ricerca in materia.

Il team di esperti ha sottoposto i volontari che hanno partecipato allo studio a periodi di 4 giorni di digiuno.

Alla fine si è evinto che in queste condizioni il sistema immunitario si libera dalle cellule che non servono all’organismo e concede alle cellule staminali più input per rigenerare il corpo, proprio come succede durante i periodi di crescita.

In un primo momento questi studi sono stati effettuati sui lieviti, poi il team ha continuato sui topi, e infine si è passati all’uomo.

Lo studio del professor Longo ha anche evidenziato come pazienti sottoposti a cicli di chemioterapia, dopo un periodo di digiuno hanno migliorato le proprie condizioni fisiche, il che ha portato ad affermare che questo digiuno svolge una azione protettiva contro gli effetti collaterali dei trattamenti chemioterapici:

«Potenzialmente riteniamo che questa pratica sul cibo favorisca l’eliminazione di cellule anomale, precursori di cellule cancerogene » dice Longo.

La ricerca è però ancora lunga, e nei prossimi mesi verranno arruolati altri volontari dai 20 ai 70 anni, i quali verranno sottoposti a periodi ciclici di digiuno di 4-5 giorni a mesi alterni.

Il direttore dell’Ifom Marco Foiani aggiunge:  «La biogerontologia è uno degli ambiti più promettenti. L’invecchiamento cellulare causa problemi metabolici e la predisposizione all’insorgenza tumorale. Comprendendo i meccanismi dell’invecchiamento capiremo molto anche sulla formazione dei tumori».

Fonte: Corriere.it


comment closed