La Coca Cola Funziona Come Contraccettivo

Inserito in Coppia, In evidenza, Sesso | Scritto martedì, 03 giugno 2014 | Autore Maria Corbisiero | 2 Commenti

La Coca Cola è considerata un ottimo anticoncezionale (nuovo contraccettivo), ecco cosa c'è da sapere:

coca cola

Sapevate che la Coca Cola è un ottimo contraccettivo?

 

Non ci credete? Beh, nemmeno io!

Quella che alcuni di noi definirebbero come una delle notizie più sciocche che circolano sul web, al pari di molte bufale, per altri, o meglio per altre in quanto parliamo di donne, può risultare veritiera e fattibile.

La situazione qui sopra descritta appare ancor più “scioccante” se si tiene conto che ad oggi, nel XXI secolo, il livello di ignoranza circa la contraccezione è ancora molto elevato e che determinati “miti” sono davvero duri a morire, nonostante una ritrovata e rinnovata informazione.

A rendere noto tutto ciò è un’indagine svolta dalla Gfk Healthcare che ha coinvolto circa 9mila donne di 17 diverse nazioni. I dati ricavati sono stati poi resi noti durante il congresso della Società Europea sulla Contraccezione (Esc) di Lisbona.

È triste dirlo ma la rappresentanza nostrana non ci ha fatto di certo una bella figura.

Tra le 500 italiane intervistate, adolescenti e donne di età compresa tra i 20 e i 30 anni, infatti è emerso che:

  • Un terzo delle donne sostiene che sia impossibile rimanere incinta durante il primo rapporto sessuale;
  • Una su 10 è convinta che la fecondazione avvenga attraverso lo scambio di un bacio;
  • Il 7% afferma che la Coca Cola ha proprietà spermicide;
  • Il 31% considera il coito interrotto un contraccettivo efficace;
  • Il 16% si dichiara informata adeguatamente sui metodi contraccettivi;
  • Una su 5 non ha mai parlato di metodi anticoncezionali con il proprio ginecologo.

Secondo Paolo Scollo, presidente della Societá italiana di Ginecologia e Ostetricia (Sigo), la dilagante e diffusa “ignoranza” circa la contraccezione è una diretta responsabile dell’aumento del numero di aborti effettuato in Italia, soprattutto dalle adolescenti.

Manca l’informazione – afferma Scollo, dichiarazioni riportate dall’agenzia stampa Ansa– sia dal punto di vista medico che sociale, per questo stiamo elaborando un progetto da presentare al ministro Giannini per far entrare il tema stabilmente nel curriculum scolastico già alle medie, formando anche gli insegnanti”.

Intanto, al congresso di Lisbona, è stato presentato un nuovo metodo anticoncezionale, un dispositivo intrauterino definito come il più piccolo al mondo (e presto disponibile anche nel nostro paese – ndr).

“Questo è particolarmente indicato per le donne giovani, anche se va bene a tutte le età – afferma Valeria Dubini della Sigo attraverso l’agenzia stampa Ansaperchè oltre a risolvere i problemi di dimenticanza tipici ha anche un bassissimo dosaggio ormonale”.

Tale dispositivo infatti ha una durata di 3 anni a partire dall’inserimento effettuato dal ginecologo.


comment closed