Come Domare i Capelli Crespi

Inserito in Cura dei capelli | Scritto mercoledì, 04 giugno 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Consigli pratici per domare le chiome ribelli e dire addio all'effetto crespo

I capelli crespi per le donne (ma anche per gli uomini) sono un’antipatica noia al limite dell’inestetismo.

Difficili da gestire, antipatici da pettinare, “elettrici” alla prima passata di pettine o alla prima goccia di pioggia, per non parlare dell’umidità.

Il crespo però è per così dire democratico: non solo appannaggio di ricce o ondulate, anche le lisce possono avere i capelli crespi, soprattutto se in presenza di capigliatura stressata da continui trattamenti.

Come intervenire sui capelli crespi?

Ecco qualche suggerimento da attuare anche in casa e con attrezzi di uso comune.

Per prima cosa servirà:

  • Shampoo anticrespo
  • Balsamo
  • Maschera per capelli
  • Mousse per capelli
  • Impacchi di olii, o concentrati ai semi di lino o gel o cristalli liquidi
  • Accessori vari come fermagli, becchi d’oca, mollette o cerchietti.

 

In genere i capelli crespi sono presenti principalmente sulle punte, le più soggette ai trattamenti, e le più “vecchie” in ordine di crescita.

La prima indicazione in tal senso è spuntare i capelli spesso, in modo da eliminare le parti più secche, e rovinate dalle doppie punte.

Un altro suggerimento è raccogliere i capelli lunghi in una treccia: darà la sensazione di ordine, maschererà i capelli crespi, ed è un evergreen della moda in qualsiasi stagione.

Se si vogliono i capelli sciolti, o la lunghezza non prevede code o trecce si può scegliere l’effetto bagnato: pettinate i capelli all’indietro, o con onde in stile anni ’20 e ’30 e passateci del gel “wet effect”. Invece della solita piega vi darà un look ordinato e indicato anche nelle serate più eleganti.

Adesso che viene l’estate poi, per evitare il crespo dovuto all’asciugacapelli, si può far riposare la chioma lasciandola asciugare naturalmente.

Utilizzate magari una mousse disciplinante così da definire onde, ricci e lunghezze.

Ottimi anche gli impacchi a base di oli alle mandorle, o ai semi di lino che danno lucentezza e sciolgono i nodi.

Se i capelli hanno una lunghezza medio-corta si può optare per una frangia o per un carrè con punte sul davanti più lunghe alla Valentina Crepax, a patto che si taglino le doppie punte, per evitare un effetto poco simpatico di questo crespo proprio ad altezza viso.

Distribuite poi qualche goccia di gel di cristalli liquidi che dona elasticità e luminosità, dopo averli asciugati a testa in giù, con il phon a giusta temperatura e distanza per evitare che i capelli si sfibrino.

Se si vogliono capelli più lunghi preferite i tagli scalati che smorzano il volume ed eliminano i capelli più sciupati, e finiteli con qualche ciocca arricciata in punta con un ferro caldo.

I capelli lunghi potranno anche essere raccolti con fermagli ingioiellati, o cerchietti alla moda.

Anche gli chignon sono un’acconciatura evergreen, sia per la mattina che per la sera: attorcigliate i capelli ad un fermaglio, in alto o alla nuca, e lasciate un ciuffo fuori, mosso per dare un senso di naturalezza alla  pettinatura.


comment closed