Una Banana il Simbolo della Campagna Anti-Razzismo

Inserito in Sport | Scritto martedì, 29 aprile 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Siamo tutti scimmie

Una banana sarà il simbolo mondiale contro il razzismo.

Lo ha stabilito il popolo della rete, e soprattutto Dani Alves, calciatore brasiliano 31enne militante nel Barcellona.

Domenica scorsa infatti si è giocata una partita di pallone tra Villareal e Barcellona, squadre del campionato spagnolo.

Durante un calcio d’angolo un tifoso dei “sottomarini gialli” (il Villareal ndr) ha pensato bene di lanciare in campo una banana.

Un gesto razzista ovviamente, come purtroppo accade troppo spesso sui campi da gioco.

E Dani Alves cosa fa?

Prende la banana, la mangia, e continua a tirare il suo bel calcio d’angolo tra gli applausi dei suoi tifosi, e soprattutto nell’approvazione generale che ha accompagnato questa sua risposta.

 

Dopo la partita Alves ha commentato: «Sono in Spagna da 11 anni – e queste cose accadono da quando io sono qui. Ma penso che bisogna ridere di questi ritardati mentali. Non so chi l’abbia tirata, ma devo ringraziarlo perché mi ha dato l’energia per fare poi due cross che ci hanno fruttato altrettante reti».

Ma la cosa bella è che questa sua azione ha contagiato tutti, e subito hanno cominciato a girare in rete foto e video di giocatori, vips e gente comune, intenta a mangiare banane.

Sono immediatamente sorti hashtag che sostengono Alves, e la campagna antirazzista dai titoli inequivocabili #somostodosmacacos #weareallmonkeys (#siamotuttiscimmie).

La prima che ha appoggiato il calciatore la sua fidanzata Thaissa Carvalho su twitter, che ha pubblicato una sua foto mentre mangia una banana.

Il portale brasiliano Globoesporte ha addirittura pubblicato un manifesto dal titolo “Siamo tutti Dani Alvers” e le iniziative si susseguono incessanti ovunque.

Il connazionale di Alves, Neymar si è fatto ritrarre col figlio e una enorme banana pupazzo, Balotelli lo ha fatto su Instagram, e persino il Presidente Renzi insieme a Prandelli sono stati ritratti con il frutto in mano.

Si pensa già a far diventare questo gesto l’inno anti razzista dei prossimi mondiali di calcio che si giocheranno in brasile a giugno.

E poi la banana contiene potassio, e fa bene agli sportivi!

Ah, per la cronaca, domenica sera il Villareal ha perso 2-3 contro il Barcellona con autogol di Gabriel su pallone piazzato da Alves.


comment closed