L’Invidia fa Bene alla Salute, NON ci Credi? Leggi Qui

Inserito in Mondo Donna, Salute e Psicologia | Scritto giovedì, 10 aprile 2014 | Autore Federica Federico | Commenta per primo

“Io non sono MAI invidioso”, se lo hai detto sei un bugiardo

 

invidia

Maledetta invidia, ecco perché tutti siamo invidiosi.

 

La società contemporanea è abituata a considerare l’invidia come un sentimento negativo, grigio, limitante e infimo. In realtà l’invidia merita di essere sdoganata dal tradizionale tabù della cattiveria.

L’invidia incarna un naturale istinto umano: essa dipende dall’osservazione dell’altro e dalla conseguente e normalmente esposizione di un giudizio.

L’uomo vive nel mondo e osserva le cose o le persone che incontra e con cui condivide esperienze, la diversità soggettiva tra gli individui innesca essa stessa il confronto: l’altro è diverso da noi ed è colui che osserviamo e comunemente giudichiamo.

L’uomo è un essere limitato, spesso siamo limitati dalle nostre paure e la sensazione di non poterci superare ci induce a chiuderci in noi stessi rifiutando (e quindi criticando) le persone “migliori”, quelle di maggiore successo, le più realizzate ovvero coloro che volano ad ali spiegate.

L’invidia fa Bene alla Salute

Di qui nasce la critica che a volte si fa feroce e cattiva. In questo senso l’invidia altro non è che lo specchio di una incapacità di innalzarsi ai livelli dell’altro.

Potenzialmente l’invidia non è però un sentimento negativo, essa è carica di ispirazioni positive.

Come può essere positiva l’invidia?

Posto che l’invidia parte dall’osservazione dell’altro e corrisponde ad un personale senso di inappropriatezza, questo stesso sentimento può divenire positivo se l’invidioso, anziché azzannare l’altro criticandolo e sminuendone il valore, riesce ad aspirare al superamento dei propri limiti prendendo ad esempio il soggetto invidiato.

L’invidia positiva è quindi ispirazione, anelito di grandezza e sprone.

 

All’opposto, l’invidia negativa è chiusura, tristezza e mortificazione.

 

L’invidia fa Bene alla Salute

Invidiare è cosa del tutto normale ma è determinante educare se stessi ed i propri figli a vivere l’invidia in chiave positiva consumando il sentimento in maniera non autolesionista: invidiare è normale, occorre farlo in maniera da marcare i propri limiti per poi superarli.

I bambini non devono avere paura dell’altrui talento, dell’altrui bellezza o delle altrui capacità ematiche o comunicative: il bambino più bravo a scuola, la ballerina più motivata, il leader del gruppo non debbono essere invidiati ma amati, le loro positive attitudini, le loro migliori capacità e le loro bellezze debbono divenire uno sprone al raggiungimento di più alti obbiettivi.

Questo corrisponde infine al cosiddetto confronto positivo a cui i bambini debbono essere educati sin dalla primissima infanzia e col quale anche gli adulati dovrebbero  fare esercizio.

Siate invidiosi ma fatelo a cuore e mente aperti!

Il modo migliore per vivere felicemente è esistere senza rammarichi personali e liberi dal carico emotivo del vittimismo: non è la vita che schiaccia l’uomo ma è l’uomo che non reagisce al silenzio, al buio ed alla tristezza.

Molto più spesso di quanto non si creda, per volare basta aprire le ali e cedere al soffio del vento!

 

L’invidia fa Bene alla Salute

Tag:

comment closed