Trasforma la Sua Bici in un’Esperienza d’Amore: fa Questo per sua Moglie Malata e dopo 50 Anni Insieme

Inserito in Coppia, In evidenza, Matrimonio | Scritto sabato, 15 marzo 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Se questo non è amore...

 

amore

“Nella buona e nella cattiva sorte, in ricchezza e in povertà, in salute e in malattia”.

Questo è quello che si promettono gli sposi il giorno del loro matrimonio, e questo è quello che ogni coppia che si ama dovrebbe fare.

Nella salute e nella malattia.

Bill e Glad lo hanno pronunciato 50 anni fa, e continuano  a mantenere fede a questa promessa.

 

Guardate questo video, e dite se non è amore, come quello che ognuno vorrebbe vivere, come quello delle favole.

Bill e Glad, una coppia come tante, vive in Australia, e raccontano la loro vita in poco più di tre minuti.

E’ Bill a parlare nel video, dice di come si prenda cura di sua moglie, adesso che è malata.

Le lava i denti, le spazzola i capelli, la veste.

Lo considero un privilegio prendersi cura di una persona che ho amato per tutti questi anni, e che continuo ad amare.” Dice Bill.

Quest’anno celebreranno i 50 anni di matrimonio.

La loro storia, come racconta Bill nel video, è stata bellissima: Bill vide Glad per la prima volta quando lei aveva otto anni, suo fratello e Bill divennero migliori amici e crebbero insieme, e anche con Glad.

Lei amava stare con il fratello e Bill quando giocavano a pallone, ma allora Bill  non era interessato a lei.

Poi, a diciassette anni, quando Glad ne aveva 16, Bill la vide con occhi da ragazzo, ben vestita, cresciuta, una donna insomma.

Fu allora che cambiò qualcosa, un colpo di fulmine con qualche anno di ritardo.

Glad era la donna per Bill.

E Bill andava a trovarla in bici; ogni sabato pomeriggio percorreva quei 5 chilometri per vederla, era l’unica possibilità di stare insieme.

Bill racconta di ricordare ancora l’odore dei capelli di Glad: “Era così particolare, speciale”.

Bill e Glad andavano in giro in bicicletta insieme. E anche quando si sposarono ed ebbero i figli, non smisero questa abitudine, e montarono un sediolino sulla bicicletta di Glad, per portare i piccoli.

La bicicletta era parte della loro vita.

Intorno al 2004 Bill cominciò a notare qualcosa di strano, qualcosa che non andava.

A Glad venne diagnosticato il morbo di Alzheimer.

Ma Bill non per questo cessò le sue abitudini.

Costruì una bike-chair, una bici con al posto del sediolino per i bimbi, una sedia a rotelle per la moglie, così da poterla portare con sé anche adesso, che con l’età e la malattia non avrebbe potuto seguirlo diversamente.

“Dio ci ha amato incondizionatamente, e so che Egli ha messo il suo amore nel mio cuore, e affinchè io realizzi quanto Dio ha amato, io devo amare ugualmente mia moglie. Glad ha fatto così tanto per me in questi anni, e io glielo devo, lo voglio. Lei è la mia principessa, io il suo William”.

Proprio una favola

 


comment closed