Scoperta la Causa dell’Omosessualità: Ecco come Prevenirla

Inserito in In evidenza, Maternità | Scritto mercoledì, 22 gennaio 2014 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Ecco perché si nasce omosessuale: origini e cause. Tutto scientificamente provato?

Allarme: Fumo, Alcol e Stress in Gravidanza Possono Rendere Gay il Bebè

Il neuropsichiatra tedesco Dick Swaab, dell’Università di Amsterdam, ha pubblicato un libro circa le cause e l’origine dell’omosessualità.

In questo controverso libro lo scienziato sostiene che mamme stressate, alcolizzate, o grandi fumatrici incrementano la possibilità che il nascituro possa essere gay.

Lo stile di vita della gestante potrebbe dunque influire non solo sulla formazione cerebrale, ma anche su suoi ormoni.

Il Professor Swaab, autore del libro controverso “Noi siamo il nostro cervello”

Il professor Swaab è convinto che la sessualità dei bambini sia determinata in utero, e non può essere alterata, mentre altri affermano che essa effetto di stili di vita post nascita.

Il libro “Noi siamo il nostro cervello” conferma la teoria di Swaab: Sebbene sia frequentemente ammesso che dopo la nascita si possa influenzale la preferenza sessuale, non c’è alcuna prova che essa sia l’origine dell’omosessualità.

Figli cresciuti da coppie lesbiche non necessariamente sviluppano questa tendenza, tantomeno esiste un’evidenza che l’errata concezione di omosessualità sia uno stile di vita.

Lo sviluppo del cervello in utero invece può essere modificato da microscopici cambiamenti chimici.

Ad esempio, Swaab ha evidenziato come un farmaco prescritto a milioni di donne che affrontano minacce d’aborto durante gli anni ’40 e ’50 avrebbe incrementato la bisessualità o l’omosessualità nei rispettivi figli.

“L’esposizione alla nicotina o ad anfetamine può aumentare la possibilità di nascite omosessuali” scrive nel libro Swaab.

Un altro fattore incidente è lo stress, a causa dell’aumentato livello dell’ormone di cortisolo, che determinerebbe a sua volta nel feto una modifica di ormoni.

Sembra che il Professor Swaab abbia trovato anche un’interazione tra la differenza d’età con i fratelli: maggiore è quest’ultima,  maggiore potrebbe essere la possibilità che il nascituro sia omosessuale.

Anche questa teoria avrebbe fondamento specifico:

La risposta immunitaria della madre è tanto più forte quanto più vicine sono le gravidanze, mentre gravidanze a distanza di tempo potrebbero influire sul sesso del nascituro a causa della interazione chimica del sistema immunitario materno.

Le teorie del professor Swaab furono avversate negli anni ’90 da coloro che si battevano per i diritti dei gay in quanto affermavano che queste ipotesi vedessero l’omosessualità come un problema medico sul quale intervenire farmacologicamente.

Al contrario, Swaab sostiene che le sue ipotesi demoliscono quanti la pensano così, ovvero che l’omosessualità è uno stato non clinico ma fisiologico, determinato alla nascita e dal quale non è possibile prescindere.

 


comment closed