Esplode una Comune Bomboletta di Lacca: Ferito un Uomo e Distrutti 2 Appartamenti

Inserito in Notizie | Scritto giovedì, 26 dicembre 2013 | Autore Federica Federico | 2 Commenti

Una comune bomboletta di lacca si trasforma per caso in una bomba ed esplode.

Un’esplosione anomala ha scosso la vigilia di natale a Trieste, in via Valdirivo 14. Un boato in un appartamento al pianterreno di un vecchio stabile; tre tramezzi abbattuti; i vetri di una finestra infranti e i battenti della stessa divelti; un auto in transito sulla strada colpita dalle schegge e l’automobilista ferito; l’inquilina dell’appartamento, anche incinta, portata in ospedale; l’abitazione in cui è avvenuta la deflagrazione e quella finitima dichiarate inagibili.  Un bilancio di guerra, danni a cose e persone, una donna incinta ricoverata per lo spavento e tutto ‘solo’ per colpa di una bomboletta di lacca che appunto è esplosa, esplosa come una bomba nel pomeriggio della vigilia di Natale. I Vigili del fuoco hanno ufficialmente attribuito la deflagrazione all’accidentale esplosione di una bomboletta di lacca per capelli da 400 grammi. Il fatiscente stato dei luoghi e il piccolo ambiente in cui si è sviluppato il boato hanno concorso ad aggravare il danno. Fortunatamente l’onda d’urto si è abbattuta sui tramezzi e sulla finestra non colpendo direttamente nessuna delle persone all’interno dell’appartamento. Le schegge della finestra in frantumi hanno però centrato uno sfortunato automobilista rimasto ferito agli occhi, alcune schegge di vetro infatti sono entrate dal finestrino e lo hanno raggiunto al volto. Ed anche l’autovettura su cui viaggiava ha subito danni estesi sul cofano, sul parabrezza e sulla fiancata destra, ovvero quella colpita dalle schegge dell’esplosione. I Vigili del fuoco hanno dichiarato inagibili due appartamenti del primo piano, quello in cui è avvenuta l’esplosione e l’appartamento confinante, la bomboletta è stata sequestrata

Un’esplosione anomala ha scosso la vigilia di natale a Trieste, in via Valdirivo 14.

Un boato in un appartamento al pianterreno di un vecchio stabile; tre tramezzi abbattuti; i vetri di una finestra infranti e i battenti della stessa divelti; un auto in transito sulla strada colpita dalle schegge e l’automobilista ferito; l’inquilina dell’appartamento, persino incinta, portata in ospedale; l’abitazione in cui è avvenuta la deflagrazione e quella finitima dichiarate inagibili.

Un bilancio di guerra, danni a cose e persone, una donna incinta ricoverata per lo spavento, un uomo ferito in pieno volto e agli occhi … e tutto ‘solo’ per colpa di una bomboletta di lacca che appunto è esplosa, esplosa come una bomba nel pomeriggio della vigilia di Natale.

  • I Vigili del fuoco hanno ufficialmente attribuito la deflagrazione all’accidentale esplosione di una bomboletta di lacca per capelli da 400 grammi.

Il fatiscente stato dei luoghi e il piccolo ambiente in cui si è sviluppato il boato hanno concorso ad aggravare il danno.

Un’esplosione anomala ha scosso la vigilia di natale a Trieste

L’onda d’urto si è abbattuta sui tramezzi e sulla finestra non colpendo direttamente nessuna delle persone presenti all’interno dell’appartamento.

Per sventura l'uomo transitava nella sua auto proprio dinnanzi alla casa in cui la bomboletta killer stava esplodendo e proprio nel momento esatto dell'esplosione: alcune schegge di vetro sono entrate dal finestrino e lo hanno raggiunto al volto.Le schegge della finestra in frantumi hanno però centrato uno sfortunato automobilista rimasto ferito agli occhi.

Per sventura l’uomo viaggiava nella sua auto proprio dinnanzi alla casa in cui la bomboletta killer stava esplodendo: alcune schegge di vetro  sono entrate dal finestrino della vettura in transito e lo hanno raggiunto al volto.

Ovviamente anche l’autovettura ha subito danni estesi, è rimasta danneggiata sul cofano, sul parabrezza e sulla fiancata destra ovvero quella colpita dalle schegge dell’esplosione.

I Vigili del fuoco hanno dichiarato inagibili due appartamenti del primo piano: quello in cui è avvenuta l’esplosione e l’appartamento confinante; la bomboletta è stata sequestrata e sarà esaminata dalle competenti autorità.

 


comment closed