Terremoto: la Terra che Trema si Trasforma in Sabbia e Inghiotte Ogni Cosa

Inserito in Fenomeni naturali, Mondo Donna | Scritto venerdì, 13 dicembre 2013 | Autore Federica Federico | 2 Commenti

È accaduto veramente

 

terremoto

Comunemente siamo abituati a parlare di eventi sismici in termini di scuotimenti e sussulti del suolo; a seconda dell’intensità del terremoto boati, crolli e eventuali ferite che segnano la terra possono essere le conseguenza più comuni e dirette degli eventi sismici. Ma la natura è delicata, ribelle e talvolta stupefacente, lo è al punto da stupire anche tragicamente.

La storia della sismografia mondiale racconta di un terremoto tristemente memorabile perché, a seguito dei sussulti del suolo, la terra si trasformò in acqua inghiottendo costruzioni, strade e persone.

Divine Act“, “Attacco Divino” così venne indicato e metabolizzato l’evento anomalo quando nel lontanissimo 1692 la terra tremante inghiottì la città caraibica di Port Royal.

Il 7 giugno del 1692 un evento sismico rilevante colpì TERREMOTOquell’area della Giamaica, il terreno non si limitò a sussultare ma letteralmente si sbriciolò lasciandosi penetrare dall’acqua del sottosuolo e trasformandosi in sabbie mobili. In questo modo la terra inghiotti due terzi della città.

Oggi l’antica città di Port Royal “vive” sotto le acque del mare dei Caraibi.

Così, inabissata e coperta anche da 8metri di acqua marina, quella porzione della città è divenuta un sito archeologico sottomarino importantissimo, visitato e apprezzato in tutto il mondo.

  • Come è spiegabile questo fenomeno del tutto particolare?

Oggi i problemi del suolo giamaicano sarebbero stati quantomeno previsti.

Gli scienziati hanno chiarito che il terreno di Port Royal non è uniforme bensì è costituito da una moltitudine di piccole rocce vicine ma distinte. Queste micro rocce in una condizione di stasi sono stabili e sembrano È accaduto veramenteassolutamente compatte, diversamente in caso di scuotimento del suolo perdendo compattezza, si aprono e lasciano penetrare acqua. L’acqua che si mischia alle rocce crea delle vere e proprie sabbie mobili.

L’evento è molto alla lontana paragonabile al fenomeno fisico della sabbia sul bagnasciuga.

Nel 1692 però nessuno aveva le competenze scientifiche necessarie per comprendere la risposta della terra al terremoto e quindi l’evento naturale fu considerato un flagello divino. In realtà Port Royal allora era considerata una città peccaminosa perché i pirati si recavano in quell’area dei Caraibi per spendere i loro bottini. Data la “cattiva fama” della cittadina la tradizione tramanda la narrazione del terremoto come una parabola per cui le divinità avrebbero voluto lavare dai peccati quella terra.

Molto più concreto e realistico è il video che segue, capace di spiegare il fenomeno fisico del celebre terremoto di Port Royal.

Guarda il Video:


comment closed