Donna che rinuncia al trapianto per amore della vita

Inserito in Attualità, Costume, In evidenza, Notizie | Scritto lunedì, 01 luglio 2013 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

Storia di una donna con un rene malato ma un cuore grande e pieno di coraggio

Era già successo a gennaio, ma notizie del genere, anche se non originali fanno e devono sempre essere riportate sulle prime pagine dei giornali.

La protagonista di questa vicenda si chiama Rina Zibellato, 79 anni di Paderno, provincia di Treviso.

Rina conviveva da sedici anni con una malattia che la costringeva a sottoporsi a dialisi tre volte a settimana.

Aveva resistito tanto tempo, conviveva oramai con questo appuntamento da tantissimo tempo.

E adesso per lei era giunto il momento della svolta. Dopo tanti anni la possibilità di un trapianto di rene.

Invece Rina, coraggiosamente, ha detto no.

E non lo ha fatto per paura, ma proprio per coraggio.

Ha detto no ed ha così giustificato il suo gesto:

“Datelo a chi è più giovane di me, io la mia vita l’ho fatta”.

Lo ha detto al marito, al figlio, ai parenti, increduli, che hanno tenuto fede a questa decisione.

Un gesto di altruismo che avrebbe potuto permettere di avere una vita migliore a chi come lei combatteva ogni giorno, e forse a chi, secondo Rina, meritava di più di lei un rene nuovo, e soprattutto una vita nuova.

Voleva che il rene della salvezza fosse donato a uno di quei tanti giovani che in sedici anni di dialisi aveva incontrato e conosciuto.

Ha continuato la sua dialisi, finchè giovedì scorso si è spenta nel reparto di nefrologia dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso.

Ha rinunciato ed ha donato il rene e la vita ad un altro.

Era già successo, dicevamo, a gennaio. Allora come ora un altro uomo, Walter Bevilacqua aveva fatto la stessa scelta di Rina.

E come Walter Rina ha pensato che qualcun altro avesse più diritto di lei a ricevere un rene.

E anche Rina, come Walter ha sacrificato la sua vita. Una donna con un rene malato ma un cuore grande e pieno di coraggio.


comment closed