L’uomo che sopravvive senza cibo

Inserito in Costume, Curiosità | Scritto lunedì, 01 luglio 2013 | Autore Alessandra Albanese | 2 Commenti

C'è un uomo al mondo che sopravvive senza cibo

Kirby De Lanerolle è un uomo dello Sri Lanka che potremmo definire “respirariano”. Come chi non mangia carne si chiama vegetariano, chi sostiene di volersi nutrire d’aria potrebbe essere appellato così.

Mangia raramente, meno di una volta al mese, ma non è tra quelli interessati ad entrare in nessun record dei primati.

“Brethariani” (dall’inglese breath, respirare) si chiamano coloro che sostengono di potere sopravvivere senza cibo.

Kirby è un brethariano, e anche lui sostiene di ricevere nutrimento dalla luce, dal vento, e dalle vibrazioni di Dio.

Kirby afferma di mangiare così poco da circa 5 anni. Non è un santone, né un asceta, lui lavora per il ministero dei Servizi Sociali in Sri Lanka, ha una vita professionale gratificante, e sembra che proprio il suo successo nella vita lui lo attribuisca a questa sua “illuminazione”.

Lui stesso racconta di essere arrivato ad un altro livello di coscienza quando aveva 16 anni, andava in giro a fare “bravate” con degli altri ragazzi, assumeva droghe. Ad un certo punto però la sua vita cambiò radicalmente, grazie al potere del pensiero, sostiene Kirby. E così successe anche per le sue abitudini alimentari.

Lesse su alcuni manoscritti di come certe persone fossero riuscite a sopravvivere senza cibo per sei anni e senz’acqua per 40 giorni consecutivi. Di come molte malattie moderne sono causate da quello che mangiamo. E arrivò ad un nuovo stadio di coscienza: Smise di bere per una settimana, e cominciò a mangiare soltanto un pasto ogni paio di mesi.

E, sostiene, iniziò ad avere maggiore energia di prima, si allenò addirittura per una maratona, senza mangiare per tre mesi. Completò i 31 chilometri senza patire particolarmente la stanchezza o la sete, e sostenne che l’energia lui non la riceve dal cibo, bensì dalla luce e dalle vibrazioni divine.

Kirby Lanerolle è apparso recentemente in uno show televisivo dal titolo Taboo USA, ed ha risposto al suo intervistatore: “Ci sono energie per il proprio corpo che provengono da fonti migliori delle calorie del cibo, si possono trovare nutrimenti ovunque se i centri di energia sono aperti”.

Nonostante gli esperti sostengano che nessuno può sopravvivere oltre due mesi senza cibo, Kirby afferma di avere mangiato meno di una volta al mese negli ultimi 10, assumendo meno di 500 calorie per pasto.

E c’è di più: Kirby, al contrario si sente  stanco e appesantito quando mangia, ragion per cui consuma  giornalmente una sorta di ostia da comunione: un morso di pane e un sorso di vino. Sua moglie Fiona mangia un paio di volte a settimana.

Gli esperti avvisano dei pericoli di questa “dieta”, ma Kirby continua regolarmente i controlli medici, dai quali si evince un perfetto stato di salute. Anzi, vorrebbe anche sviluppare un programma da insegnare a possibili suoi “seguaci”, ed educare il cervello a non necessitare di cibo per sopravvivere. Ovviamente la medicina si dissocia da affermazioni del genere.

 


comment closed