Rimedi naturali per l’abbronzatura

Inserito in Mondo Donna, rimedi naturali, Salute e Psicologia | Scritto giovedì, 20 giugno 2013 | Autore Gioela Saga | 2 Commenti

Creme naturali da utilizzare prima di esporre la pelle al sole

Arriva l’estate, il sole e, naturalmente, la fatidica voglia di abbronzarsi.

Negli ultimi decenni sono stati spesi fiumi di parole sulla necessità di un’adeguata protezione per evitare danni alla pelle, anche gravi, da scegliere seguendo il proprio fenotipo. Parallelamente, vengono indicate alcune linee guida da osservare con maggiore cura, come il non esporsi nelle ore centrali della giornata. A tutto ciò non possiamo che adeguarci e concordare.

Insomma una bella abbronzatura è piacevole da vedere, ci regala un aspetto sano, ci rende anche più felici grazie all’effetto benefico serotonico del sole ma tutto ciò non deve danneggiarci e dobbiamo essere dei “consumatori” consapevoli anche dei raggi solari.

Dunque ribadiamo l’uso di una protezione nei confronti dei raggi Uva e Uvb, da ripetere costantemente durante il giorno, soprattutto dopo il bagno e in maggior quantità se si tende a sudare molto. Il mio personale consiglio è di scegliere creme solari esclusivamente naturali perché i filtri chimici contengono sostanze che vengono assorbite dal nostro corpo e non sempre sono innocue, inoltre inquinano notevolmente l’ecosistema.

Per abituare la nostra pelle al sole e renderla anche più recettiva e reattiva, accelerando così l’abbronzatura, è bene anche esporsi al sole gradualmente e magari prima di passare 8 ore in spiaggia, abituarsi con brevi pomeriggi in piscina, in giardino, in bicicletta. In genere comunque la melanina “quotidiana” viene prodotta in un ciclo di venti minuti di esposizione.

Per abbronzarsi bene occorre preparare bene la pelle, nutrendola e fortificandola con la giusta alimentazione ricca di frutta e verdura soprattutto caroteni ed antiossidanti come carote, pomodori, albicocche e pesche, fragole e mirtilli, broccoli e meloni, melanzane e zucchine.

Bere tantissimo per mantenere la pelle idratata.

Inoltre anche alcuni estratti fitoterapici possono venire in aiuto: la rosa canina e il cucumis melo, ricchi di vitamina C possono essere assunti sia in gocce che in compresse oppure ci sono estratti e concentrati naturali di betacarotene.

Stimolano la pigmentazione anche i semi di ammi: mettete in infusione 80gr di semi in un litro d’acqua bollente, bere una tazza al giorno per cinque giorni. Si può ripetere per tre volte durante i mesi estivi.

Per preparare la pelle all’abbronzatura si possono mescolare in parti uguali olio d’oliva e olio di avocado per creare un olio o spalmare sulla pelle olio di vinaccioli.

Altro preparato naturale suggerito è a base di olio di ricino (100 grammi) e quattro grammi di essenza di bergamotto, da spalmare sulla pelle effettuando prima una piccola prova per assicurarsi che non lasci macchie.

Prima dell’esposizione al sole, per proteggere ancora meglio la nostra pelle e stimolare la produzione di melanina, possiamo usare del bicarbonato di sodio: prima di utilizzare la nostra crema solare, sciogliamo due cucchiai di bicarbonato in un litro d’acqua e nebulizziamo su viso e corpo.

Per una bella abbronzatura è essenziale che la pelle sia ben idratata ma anche pulita e libera da cellule morte, potete così fare un leggero scrub casalingo per prepararla: sale grosso e miele.

Se la vostra pelle è già scura o siete già abbronzati, solo in questi casi, mi raccomando, potete preparare in casa alcune lozioni solari:

  • Mescolare olio di soia, di noci e di avocado in parti uguali e mettere in una bottiglietta di vetro scura, agitare e stendere sulla pelle in piccoli quantitativi, prima e dopo il bagno in mare
  • Fondere a bagnomaria del burro di karité e unirlo a dell’olio di sesamo, aggiungere del succo di carota e mescolare.
  • Un olio solare a bassa protezione può essere fatto mescolando olio di mais (o soia) con fiori di iperico e un cucchiaio di corteccia di Rhamnus frangula. Mettete in un vasetto di vetro chiudendo ermeticamente, lasciate macerare per dieci giorni, filtrate e aggiungete dell’olio di avocado. Da stendere sul corpo in spiaggia.

Mi raccomando durante l’esposizione al sole di evitare qualsiasi profumo o prodotto che lo contenga perché, oltre a seccare la pelle, può causare fenomeni di fotosensibilizzazione, cioè far comparire delle vere e proprie macchie pressoché indelebili sulla pelle (ma anche sui vestiti!) e anche se assumete farmaci chiedete consiglio al medico perché potrebbero causare eruzioni cutanee in associazione al sole.


comment closed