Rimedi naturali contro i parassiti delle piante

Inserito in Casa, Piante e fiori | Scritto venerdì, 07 giugno 2013 | Autore Gioela Saga | Commenta per primo

Come prendersi cura delle piante usando rimedi naturali

Non so voi, ma io ogni anno mi armo di pazienza e di buone intenzioni per abbellire e colorare i miei balconi con i gerani ma a volte non è semplice preservarli dai parassiti, in particolare le farfalline dei gerani che nel giro di due mesi passano dallo stato larvale a quello di farfalla e nel frattempo distruggono foglie, fiori e boccioli.

La loro presenza è spesso segnalata da brutte macchie nere sulle foglie. Se riuscite a scovare le uova o le larve dovete toglierle con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua e aglio.

Per tenere lontane le farfalline e impedirne la riproduzione si può fare un frullato di peperoncino con tre peperoncini e tre bicchieri di acqua, lasciare riposare un giorno, filtrare e spruzzare sulla pianta. Oppure si può fare un decotto all’aglio con 50 gr di aglio da far macerare per un paio d’ore in mezzo litro di acqua, filtrare, versare in uno spruzzatore e vaporizzare sulle piante; le proprietà disinfettanti del decotto cureranno i danni già avuti dal parassita e lo allontaneranno.

Questo metodo funziona contro la maggior parte dei parassiti anche quelli delle rose (pidocchi o afidi) o dell’uva. In genere è un trattamento da usare un giorno a settimana per un paio di settimane.

Se il problema invece è imputabile ai bruchi, questi animaletti non amano il pepe nero per cui basterà fare un trattamento vaporizzando le foglie con acqua e pepe per debellarli. Oppure se il problema sembra più circoscritto dovete avere la pazienza di pulire le foglie con acqua e sapone o alcool.

Sempre a proposito di rose se avete le foglie colpite da macchie nere, segnale di un problema parassitario, potete creare una miscela fatta da 3 litri e mezzo di acqua, 1 cucchiaio di bicarbonato e 3 gocce del vostro detersivo per i piatti, mescolare, vaporizzare con lo spruzzatore una volta a settimana.

Volete saperlo un segreto? Coltivare la calendula in giardino tiene lontani molti parassiti perché le sue radici emettono delle sostanze che rendono il terreno inospitale per molti animaletti nocivi soprattutto per rose e pomodori.

La calendula tiene lontani i parassiti delle piante

Se avete qualche pianta attaccata dai ragnetti rossi potete fare un macerato di ortica: mettete una piantina, senza radici, a mollo nell’acqua fredda, lasciatela riposare per circa 7 giorni fino a quando l’acqua diventa scura, versatela nel terreno e i parassiti se ne andranno via.

Infine, per creare un insetticida naturale ad ampio spettro, potete usare il sapone di Marsiglia: riducete a scaglie circa 100 gr. di sapone di Marsiglia, mettete le scaglie in un pentolino con circa un litro di acqua e 50 ml di olio di semi, fate sciogliere a fuoco basso il sapone e mescolate bene il composto. Lasciate raffreddare e versatene due cucchiai in un vaporizzatore pieno d’acqua, spruzzate le piante ogni due-tre giorni.

Teniamo anche sempre presente che la lotta biologica fatta con le coccinelle ad esempio è quella più naturale ed auspicabile possibile.


Lascia un commento