Colori per dormire bene: il colore della camera da letto

Inserito in Coppia, Sesso | Scritto mercoledì, 22 maggio 2013 | Autore Gioela Saga | 2 Commenti

Uno studio inglese afferma che il colore della camera da letto influisce sulla qualità del sonno e sui rapporti sessuali

il colore della camera da letto

Secondo uno studio inglese effettuato da un una catena alberghiera, il colore delle pareti della camera da letto influenzerebbe la qualità del sonno e le “attività” svolte.

E’ stato condotto uno studio su 2000 clienti invitandoli a compilare un questionario relativo alle sensazioni trasmesse dai colori dell’arredamento, delle pareti e dei mobili della camera da letto in cui hanno soggiornato e ne sono emersi dei risultati molto interessanti.

In effetti è ben noto che il colore delle pareti che ci avvolge e ci circonda possa determinare alcune predisposizioni mentali o attitudinali e questa ne è la riprova.

Il colore blu si rivela essere il colore più consigliabile perché chi ha una camera da letto dipinta di blu, dorme meglio e di più, fino a otto ore per notte e il riposo è effettivamente rigenerante, regalando un risveglio carico di ottimismo e felicità.

Il colore blu è un colore che dona tranquillità, è in grado di rallentare la frequenza cardiaca riducendo la pressione sanguigna, allentando le tensioni. Dunque se avete problemi di insonnia o di cattivi risvegli potreste ridipingere la stanza con questo colore.

I colori verde e giallo sono anch’essi abbastanza consigliati per favorire un buon riposo e, secondo le statistiche, permetterebbero in media fino a 7 ore e 40 di sonno.


Il colore da evitare in assoluto è invece il viola
che pur essendo un colore molto alla moda ed elegante, è troppo stimolante, non ci permette di staccare i ritmi diurni e riduce le ore di sonno fino ad un massimo di sei.

Il grigio e il marrone influenzano negativamente il nostro risveglio dando tristezza e depressione.

Naturalmente sono stati valutati anche i colori che possono favorire gli incontri amorosi in camera da letto e, contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, il rosso, considerato il colore della passione, si è classificato deleterio e poco stimolante mentre si è ben classificato il color cammello che riuscirebbe a far “incontrare” la coppia almeno tre volte a settimana!

Il grigio porterebbe a passare più tempo sul pc piuttosto che a dedicarsi al partner innescando anche meccanismi compulsivi di shopping on-line mentre chi sceglie i colori argentati è più propenso all’esercizio fisico vero e proprio.

Ci si potrebbe chiedere come i colori possano influenzarci durante il sonno, visto che in realtà teniamo gli occhi chiusi e Chris Idzikowski, un esperto del sonno dello Sleep Center di Edinburgo in Scozia, spiega che nella retina si trovano dei recettori specializzati, le cellule gangliari che sono comunque sensibili a determinati colori e forniscono le informazioni relative ad un’area di quella macchina spettacolare che è il nostro cervello, atta a controllare i ritmi sonno-veglia, influenzando poi le nostre attività e il nostro umore durante il giorno!


comment closed