Bicarbonato di Sodio Usi

Inserito in Casa, Economia domestica, In evidenza | Scritto lunedì, 12 marzo 2012 | Autore Gioela Saga | 2 Commenti

Il bicarbonato è davvero prezioso in casa. Usato addirittura dagli antichi Egizi a migliore amico delle nostre nonne, il bicarbonato ha molteplici usi

 

Bicarbonato di Sodio

Con il nome comune di bicarbonato si è soliti chiamare un composto chimico dal nome alquanto altisonante e difficile: idrogeno carbonato di sodio o carbonato acido di sodio o anche carbonato monosodico.

Siamo certi che tutti voi possedete una scatoletta di questa magica polverina, bianca e cristallina,  per i più svariati usi. Spesso il bicarbonato è anche presente come additivo in molti dolci, conserve, scatolame, con la sigla E500.

Fin dall’antichità l’uomo ha sfruttato le qualità del bicarbonato che veniva ricavato dalle ceneri delle piante, da cui il termine anglosassone, ancora usato, di “soda ash”. La cenere, che fino a pochi decenni fa era impiegata come detergente, non è altro che un miscuglio di carbonato di sodio e di potassio. Già nell’antico Egitto una miscela di carbonato e di bicarbonato di sodio, indicata  con il termine Natron, veniva impiegata nei complessi processi di imbalsamazione,   per tingere e pulire i tessuti, fabbricare il vetro, produrre sapone.

Oggi possiamo trovare il bicarbonato in tutti i supermercati a un prezzo accessibile a tutti.

Per quanto riguarda gli usi in cucina ne abbiamo davvero di molteplici. E’ usato per lavare frutta e verdura rimuovendo batteri ed eventuali residui di antiparassitari, un pizzico nella frittata per renderla più alta e soffice o anche nei dolci come coadiuvante nella lievitazione, infatti, una volta riscaldato, il bicarbonato rilascia  anidride carbonica che fa sì  che la pasta si gonfi diventando morbida e spugnosa.

E’ conosciuto come antiacido, ideale dunque per chi soffre di digestione lenta, ma attenzione a chi deve attenersi a una dieta iposodica (povera di sale).

Un bel bagno caldo, con mezza tazza di bicarbonato disciolto nell’acqua, può regalarvi un sano relax evitando anche di seccare troppo la pelle addolcendo l’acqua e lasciando la pelle liscia e morbida. A fine giornata poi, un ottimo pediluvio con acqua e bicarbonato che favorisce la microcircolazione venosa a livello dell’epidermide, l’effetto è un po’ simile a quello di un idromassaggio! Insistete anche su talloni e zone ruvide per ammorbidirle.

Riguardo all’uso del bicarbonato sui denti, i pareri sono discordi, c’è infatti chi sostiene che potrebbe, a lungo andare, o se usato smodatamente, corrodere lo smalto; altri sostengono che spazzolando i denti con lo spazzolino umido e un po’ di bicarbonato si ottenga un effetto da dentifricio super sbiancante, non a caso  molte paste dentifrice lo usano come principio. Certo è che possiamo igienizzare gli stessi spazzolini, spugnette o pettini e spazzole anche per rimuovere residui di gel e lacca, immergendoli tutta la notte in una soluzione di acqua e bicarbonato.

Il bicarbonato è utile anche quando abbiamo l’esigenza di eliminare umidità eccessiva e odori sgradevoli, possiede infatti eccezionali caratteristiche neutralizzanti che agiscono direttamente sul cattivo odore. Possiamo spargerne un po’ sotto la solette delle scarpe per eliminare ed evitare i cattivi odori e l’insorgenza di funghi. Sempre per questo motivo e anche potenziare l’azione del detersivo, aumentandone anche il potere sbiancante, molti suggeriscono di aggiungere un cucchiaio di bicarbonato nella vaschetta della lavatrice. Questo aumenterebbe anche la vita media della lavatrice contrastando la formazione di calcare. Una sola accortezza, non usare con lana o seta perché sono molto sensibili agli alcali e vanno lavate con detersivi appositi che, solitamente, sono leggermente acidi anziché basici, proprio per rispettarne la delicatezza.

Tre parti di acqua e una di bicarbonato bastano per creare un’ottima pasta per lucidare l’argenteria da risciacquare poi con acqua tiepida.

Anche le nostre nonne ci hanno tramandato un rimedio antico ma efficace consistente in suffumigi utili per ridurre la congestione delle vie respiratorie tipica delle malattie da raffreddamento: una pentola di acqua portata a bollitura a cui aggiungere due cucchiai di bicarbonato, respirarne poi i vapori per 5-10 minuti sotto una asciugamano per impedirne la dispersione.

Si può lasciare, inoltre, un piccolo contenitore con del bicarbonato per evitare i cattivi odori in frigorifero o cospargerne un po’ nella cesta della roba sporca o nel bidone della spazzatura. Via libera ad acqua e bicarbonato per pulire forni tradizionali e a microonde. Non trascuriamo il fatto che così facendo non utilizziamo sostanze tossiche potenzialmente nocive per noi e assolutamente aggressive per l’ambiente!


comment closed