Sport invernali: non solo sci

Inserito in Mondo Donna, Sport | Scritto lunedì, 07 gennaio 2013 | Autore Gioela Saga | 2 Commenti

Sport invernali alternativi in montagna

Sport invernali Andare in montagna in inverno è molto affascinante, il luccichio del sole sulla neve, il profumo del vin brulé nelle vecchie baite e soprattutto tante ore spensierate passate sugli sci, quello scivolare e saettare tra le piste che sembra riportarci ad un antico sogno di libertà.

Eppure andare in montagna in inverno non significa solo sciare!

Negli ultimi anni soprattutto, l’offerta dei più famosi resorts turistici si è sempre più ampliata e variegata per poter offrire a tutti, per tutti i gusti, le alternative più divertenti per tutti i livelli di preparazione fisica.

Una delle novità più interessanti e curiose del settore è lo snowkite o snowkiting o kite snow.

Sport invernali Questo sport nasce dall’unione di due discipline: il kitesurf, cioè il surf in acqua con una vela e lo snowboard o sci; consiste essenzialmente nello scivolare sulla neve su sci o tavola, trasportati dalla forza del vento.

Rispetto allo sci o allo snowboard, garantisce una notevole autonomia dagli impianti da risalita perché la vela, una sorta di aquilone, può trainarvi sia su percorsi pianeggianti sia su pendii più o meno scoscesi, in base alla potenza del vento e alle dimensioni della vela.

E’ uno sport ancora poco conosciuto ma molto apprezzato da chi lo pratica, molto divertente e coinvolgente ma richiede certamente una buona preparazione atletica, infatti non è per tutti sciare e contemporaneamente guidare l’aquilone, gestendo i cambi di vento, può essere molto faticoso e naturalmente bisogna già sapere sciare o usare lo snowboard.

Può sembrare uno sport un po’ estremo ma la difficoltà dipende anche da dove e a che livelli lo si pratica.

Si può provare a Vetan in Valle d’Aosta ma anche a Campo Imperatore, in Abruzzo, o a Colle della Maddalena in provincia di Cuneo dove è possibile provare lo snowkite anche su un lago ghiacciato, consigliato però per i più esperti. Nella maggior parte dei casi troverete anche una scuola apposita per imparare o ottimizzare le prestazioni, molte prevedono una giornata di prova gratuita.

Sport invernali: Se vi siete annoiati del semplice sciare, un’ulteriore alternativa è anche lo snowrafting che si pratica con un vero e proprio gommone che, invece di scivolare sull’acqua di rapide e torrenti, percorre le piste innevate apposite, una vera e propria pagaia serve a dirigere il gommone, come nel rafting tradizionale; anche in questo caso non bisogna mai dimenticare che bisogna essere allenati e prudenti, non sono divertimenti adatti a tutti senza l’adeguata preparazione e, in ogni caso, è meglio affidarsi ad un istruttore che faccia da guida se è la prima volta che si pratica.

Scuola adeguate per lo snowrafting si trovano prevalentemente in Sud Tirolo, in Trentino in generale e sulle Dolomiti.

Sport invernali Pratica simile ma a carattere individuale è lo snowtubing, molto simile allo snowrafting, ma individuale, più adatto a tutti perché praticato in piste più protette, ci si avvale di piccoli gommoni rotondi, ciambelle, con cui percorrere piste dedicate che sono dei veri e propri scivoli giganti con delle barriere protettive. Viene proposto anche nella stagione estiva in versione senza neve.

La modalità di discesa è poi varia, si può stare seduti, sdraiati a pancia in giù, ci si tiene attaccati tra più gommoni e ci si lascia andare tutti insieme, oppure si scende singolarmente, si fanno gare di velocità, ecc…

E’ adatto anche ai bambini ma accertatevi che l’impianto sia qualificato e con una continua e attenta manutenzione. Tra i vari impianti che lo porpongono ci sono quelli in Val di Fassa, nelle alpi piemontesi a Pragelato, a Bormio in provincia di Sondrio, a Roccaraso (Aq) e a Sappada, sulle Dolomiti, esiste addirittura il parco giochi Nevelandia con lo snowtubing e altre attrazioni.

Sport invernali Per chi ama passeggiare e godersi il panorama magico della neve o vuole smaltire qualche chilo in più accumulato nelle feste, ci sono le più classiche ciaspole, cioè le racchette da neve. Anche in questo caso, le passeggiate possono essere un po’ per tutti i livelli e per le varie esigenze, basta informarsi prima sulla durata e i percorsi.

Non occorre, in genere, una preparazione sportiva specifica e si può imparare subito, dalla prima escursione, come utilizzarle. Le ciaspole si applicano sugli scarponi e si usano bastoncini simili a quelli dello sci per aiutare la spinta sulla neve. La possibilità di fare escursioni dette “ciaspolate” è ampia in quasi tutte le località invernali, dalla  Val di Fassa alla Val di Fiemme, Madonna di Campiglio e giù per le località appenniniche; spesso viene anche offerta la possibilità di fare escursioni di gruppo o notturne.

Sport invernaliNon dimentichiamo anche la corsa con i cani da slitta (sleddog), arrivata anche in Italia da qualche tempo. Un modo davvero suggestivo di compiere escursioni.

E’ relativamente poco faticosa, anche se ci sono specialità diverse, in poche ore si imparano le nozioni base per una gita base in gruppo o con una guida. Potete trovare anche località dove ci sono corsi per diventare ‘musher’ (il nome tecnico del conducente della slitta). Vi sono attività anche per i più piccoli.

Troviamo diverse località attrezzate, come in Alta Valtellina o in Valle d’Aosta e  sull’Altopiano di Asiago, con la possibilità, per turisti incuriositi, di provare a condurre personalmente una slitta. Per finire troviamola Scuoladi Sleddog del Moncenisio, nel torinese e la possibilità di escursioni a Madonna di Campiglio e Passo del Tonale.

Sport invernali: Naturalmente non si possono tralasciare sport più tradizionali che possono comunque rappresentare un’alternativa emozionante: lo slittino, versatile per tutti, a tutti i livelli, l’arrampicata sul ghiaccio riservata invece per i più temerari e allenati, il pattinaggio su ghiaccio e le sempre valide passeggiate nei più tipici paesini.

Qualsiasi sia la vostra scelta, non ci stanchiamo di suggerirvi di partire comunque sempre ben attrezzati, di chiedere sempre informazioni dettagliate sulla preparazione necessaria, il tipo di percorso, le difficoltà eventuali, per poter sempre trarre il massimo vantaggio dalle vostre attività e con il minimo rischio.

 


comment closed