Glutine nei cosmetici

Inserito in Notizie | Scritto mercoledì, 01 febbraio 2012 | Autore Licia Falduzzi | 2 Commenti

Tracce di glutine nei cosmetici e pericolo per i celiaci. E’ il risultato di uno studio condotto dall’American College of Gastroenterology di Washington. Ma l’Associazione Italiana Celiachia garantisce l’assoluta sicurezza di questi prodotti

Sapevate che anche i cosmetici possono contenere glutine e costituire un rischio potenziale per i celiaci?

È quanto è emerso dal congresso annuale dell’American College of Gastroenterology di Washington. Gli studiosi hanno discusso e riportato il caso di una donna di 28 anni, affetta da celiachia, che pur non mangiando più alimenti contenenti glutine continuava ad avere i tipici sintomi gastrointestinali e la pelle ricoperta di macchie rossastre, e solamente dopo aver interrotto l’uso di una crema emolliente per il corpo, reclamizzata come naturale, ha visto cessare questi sintomi. Questo caso ha indotto gli specialisti a svolgere un’indagine conoscitiva su un campione dei dieci prodotti di bellezza più venduti negli Stati Uniti per valutare quanti di essi avessero etichette esaustive sull’eventuale contenuto di glutine e solamente due su dieci riportavano informazioni dettagliate.

 

I cosmetici, in particolare i rossetti, i balsami e le matite per le labbra, i dentifrici ed i collutori, possono contenere tracce di glutine, proveniente dai derivati di grano, frumento, farro, segale, kamut e orzo usati dalle industrie cosmetiche, e che possono, involontariamente, essere ingerite e causare una esacerbazione dei sintomi in chi soffre di celiachia.

 

Dal canto suo, però, l’Associazione Italiana Celiachia ha tenuto a precisare che l’eventuale presenza di glutine nei detergenti (inclusi i dentifrici), nei cosmetici (inclusi rossetto e burro di cacao) e nei prodotti per uso esterno non comporta alcun rischio per il celiaco e non ne pregiudica un uso sicuro, essendo comunque non significativa la quantità di glutine eventualmente assunta.

E per questo motivo, il Comitato Scientifico dell’Aic ha espresso parere negativo sull’utilizzo di diciture o simboli relativi all’assenza di glutine (la Spiga Barrata) su questi prodotti, essendo fermamente contrario all’uso di indicazioni inerenti l’idoneità al celiaco o l’assenza di glutine relative a prodotti non alimentari.

 


comment closed